Benvenuti sull'Altopiano di Asiago 7 Comuni

8 Comuni tutti da scoprire

Asiago Conco Enego Foza
Gallio Lusiana Roana Rotzo

Se vi piace l'Altopiano di Asiago cliccate su

l'Altopiano di Asiago 7 Comuni
Trova eventi per categoria, per mese o per giorno

Artemusica-Inaugurazione Stagione Estiva 2017-Concerto per violino e pianoforte

mercoledi 19/7/2017 alle 21:00
CONCERTI
18870075 1680309248650362 942400676 o

Artemusica cultura - Inaugurazione della Stagione Estiva 2017 - Concerto per violino e pianoforte - Tommaso Graiff, pianoforte - Pètur Björnsson , violino. Musiche di Mozart, Beethoven

Tredici anni di musica  e cultura nel comune di Roana, nel segno dei migliori talenti del panorama nazionale ed internazionale: questo in sintesi il fulcro della nuova edizione della stagione concertistica estiva dell'associazione Artemusica Cultura. Il concerto inaugurale è affidato a Tommaso Graiff, pianoforte,  e Pètur Bjornsson, violino, si terrà mercoledì 19 luglio luglio alle ore 21.00 nella Sala S.Giustina di Roana. Il programma comprende musiche di Mozart e Beethoven, più dettagliatamente:

La Sonata K 481 di Mozart può essere annoverata buon diritto fra i capolavori della maturità del compositore viennese. Il primo tempo si impone per la ricchezza del materiale tematico e per l'esuberante energia che lo pervade. Nel secondo tempo, al violino è affidata una lunga melodia intrisa di sentimento e spiritualità, mentre le variazioni finali rimandano al clima giocoso, non immune da slanci virtuosistici, dei concerti per pianoforte.

Bsn

Stravinskij completò la stesura della Suite Italienne nel 1933: si tratta di una trascrizione d'autore di alcuni brani della musica per il balletto Pulcinella, a sua volta basato su musiche attribuite a Pergolesi e trasformate dal gioco di timbrico e armonico stravinskijano. Per questa trascrizione, Stravinskij si avvalse dei consigli del virtuoso Samuel Dushkin. Ne derivò una scrittura di notevole brillantezza e smalto.

La sonata "a Kreutzer" di Beethoven è un'opera di ampie dimensioni, e dall'impianto quasi sinfonico: a un primo tempo imponente e dai contrasti quanto mai netti, si contrappongono il lirismo espansivo dell'Andante con variazioni e l'energia inarrestabile del Presto finale, che stempera le tensioni iniziali in un'ondata vitalistica. A lungo dimenticata, anche per via della sua complessità e difficoltà esecutiva, questa Sonata fu riscoperta da Clara Schumann e tornò definitivamente in auge a fine Ottocento grazie all'omonimo romanzo di Tolstoj.

Al termine dell'evento seguirà un piccolo rinfresco.
Come sempre l'ingresso è gratuito.

 

Pétur Björnsson, nato in Islanda nel 1994, ha iniziato a studiare il violino all'eta' di 4 anni. Ha studiato con Ari Þór Vilhjálmsson e Guðný Guðmundsdóttir al Conservatorio di Reykjavik, dove si é diplomato nel 2015. Dall'autunno 2015 Pétur studia all'Hochschule für Musik und Theater di Lipsia nella classe di Elfa Run Kristinsdottir. 
Pétur é un musicista attivo in formazioni cameristiche e in orchestra. Ha suonato con diverse orchestre (tra le quali l'Orchestra Sinfonica Islandese e l'Ensemble KONTRASTE) in Scandinavia, Germania e Svizzera. Come solista si é esibito in Islanda e in Canada.
Pétur ha inoltre frequentato numerose masterclass in Europa e Nord America, con docenti quali Christian Tetzlaff, Ilya Gringolts, Carolin Widmann, Jorja Fleezanis, Philippe Graffin, Sergei Ostrovsky, Robert Rozek e Mariana Sirbu.

 

Tommaso Graiff, dopo aver iniziato lo studio del pianoforte in giovane età, si è formato nella classe di Nicoletta Antoniacomi al Conservatorio F.A. Bonporti di Trento. Dopo il conseguimento della maturità classica con il massimo dei voti presso il Liceo Giovanni Prati di Trento, dall'autunno 2015 prosegue i propri studi con Alexander Meinel e Caspar Frantz alla Hochschule für Musik und Theater "Felix Mendelssohn-Bartholdy" di Lipsia.
Alla sua formazione hanno contribuito le masterclass di George Kern, Balázs Réti, Massimiliano Damerini e Pietro de Maria; a partire dal 2013 ha frequentato ogni anno l’Internationale Sommerakademie del Mozarteum di Salisburgo nelle classi di Olivier Gardon, Peter Lang e Robert Levin, dove è stato selezionato per partecipare ai concerti degli studenti.
Premiato in concorsi nazionali, Tommaso Graiff si è esibito in diversi paesi europei; il repertorio della sua intensa attività concertistica spazia da Bach al Novecento storico, dalla liederistica alla musica da camera. Recentemente ha collaborato con il Bach-Box-Ensemble, l’attrice Kammerschauspielerin Barbara Blümel, il direttore Martin Krumbiegel e il coro da camera VOX HUMANA Leipzig.

 

info_outline

Ti interessa questo evento?

Scopri dove dormire e dove mangiare sull’Altopiano di Asiago Sette Comuni