Benvenuti sull'Altopiano di Asiago 7 Comuni

7 Comuni tutti da scoprire

Asiago Enego Foza Gallio
Lusiana Conco Roana Rotzo

Se vi piace l'Altopiano di Asiago cliccate su

l'Altopiano di Asiago 7 Comuni
Trova eventi per categoria, per mese o per giorno

"L'IMMAGINE SEGRETA" - Mostra con opere di Abdallah Khaled al Museo Le Carceri di Asiago

Dal 16/2/2020 al 13/4/2020
ARTE
Mostra Immagine Segreta opere di Abdallah Khaled

La mostra sarà visitabile dal 16 febbraio al 13 aprile 2020

ATTENZIONE! Si informano i gentili visitatori che in linea con le direttive decretate dal Governo anche il Museo Le Carceri di Asiago rimarrà CHIUSO al pubblico fino al 3 aprile 2020.
Ogni attività didattica sarà sospesa.

AGGIORNAMENTO DEL 9/3/2020


Dal 16 febbraio al 13 aprile 2020, il Museo Le Carceri di Asiago ospiterà la mostra ABDALLAH KHALED. L’immagine segreta.

Nel suggestivo spazio del Museo Le Carceri, circa quaranta opere, olii, acrilici e tecniche miste, ripercorrono le incessanti ricerche, dagli anni ‘90 sino ad oggi, del pittore algerino, che fonde le intense accensioni cromatiche e le forme astratte delle avanguardie occidentali con il retaggio iconografico arabo-africano.

La mostra del Maestro algerino, voluta dal Comune di Asiago, vuole essere un riconoscimento all’opera di un artista molto apprezzato all’estero e tuttavia ancora poco conosciuto nel nostro paese. I quadri presentati in questa antologica sono anche un segno tangibile della ferma volontà da parte del Comune di Asiago di diffondere la cultura in ambito locale e non solo; anzi questa mostra vuole dimostrare chiaramente l’impegno concreto della Città per fare di Asiago e del suo Altopiano, meta già affermata del turismo internazionale, anche un centro importante della cultura e dell’arte.

Abdallah Khaled ha conservato la cultura e la parlata berbera della Piccola Kabylia, la regione nel nord dell’Algeria dove è nato nel 1954, ma a quella cultura e a quelle memorie ha sovrapposto quelle dell’Italia, dove vive dal 1981, avendo seguito i corsi dell’Accademia di Belle Arti a Venezia, allievo di Emilio Vedova.
Cresciuto artisticamente tra l’Italia e l’Algeria, Khaled ha affinato il proprio bagaglio culturale e artistico attraverso i viaggi e i periodi di studio in tutta Europa. si è affermato esponendo in gallerie e musei italiani, ma anche in Francia, Germania, Belgio, Spagna, Canada, Stati Uniti, Giappone, Norvegia, Finlandia, oltre che in Italia, mentre le sue opere, grazie alla sua inesauribile voglia di viaggiare e visitare paesi diversi, via via si arricchivano di nuove esperienze e conoscenze.

Nella sua pittura si ritrovano quindi le ricerche formali proprie delle più avanzate tendenze artistiche occidentali, insieme ai forti e variegati valori espressivi dei suoi luoghi d’origine, riscoperti e approfonditi nel corso di ripetute frequentazioni.
Il senso della sua pittura si conferma anche nella tecnica, nell’uso dei colori, a olio denso e fortemente atmosferico, ma anche ad acrilico, vivace e saturo, e a tecnica mista con elementi di collage e di piccoli assemblaggi materici.
Non ostentati, ma lasciati appena riconoscere sotto l’apparato sontuoso dei colori, delle luci e della materia di cui sono fatte le sue scenografie inventate, appaiono allora graffiti e incisioni dell’archeologia sahariana, simboli di vita ancestrali, memorie di montagne, oasi e piane desertiche.
È cosi, allora, che nei dipinti si scoprono narrazioni di caccia e di danza, scenari di capanne e fortezze, animali, utensili e armi; i quadri di Khaled si fanno teatro di favole mai prima raccontate, che affascinano gli occhi e incantano l’anima.


Note biografiche

Abdallah Khaled nasce nel 1954 a Tamrichte Bejaïa, nella regione della Piccola Kabylia, nel nord dell’Algeria. All’età di 14 anni si trasferisce a Bordj-El-Kiffan, nella periferia di Algeri, dove frequenta una scuola d’arte privata e nel 1976 accede alla Scuola Nazionale di Belle Arti dove è seguito dal maestro di pittura Choukri Masly.
Nel 1980 ottiene una borsa di studio di cinque anni per l’estero che lo porta, per sua scelta, in Italia, a Perugia, dove frequenta l’Università per Stranieri.
Nel 1981 entra all’Accademia di Belle Arti di Venezia, dove studia pittura con il maestro Emilio Vedova, diplomandosi nel 1985, e successivamente segue i corsi di scultura. Negli anni 1986- 1988 frequenta la bottega di Giancarlo Scapin per apprendere le tecniche della ceramica.
Il suo lavoro fonde le intense accensioni cromatiche e le forme astratte delle avanguardie occidentali con il retaggio iconografico arabo-africano. Per Khaled, però, è essenziale che i suoi lavori vadano oltre la rappresentazione dell’immagine, perché l’opera d’arte non può e non deve essere indifferente alla vita o semplicemente decorativa, bensì deve essere in grado di intrattenere un costante dialogo creativo e culturale tramite la poetica.
Numerose sono le mostre collettive e personali a cui ha partecipato, ottenendo un ampio consenso di pubblico e critica. I suoi dipinti si trovano al Museo Nazionale di Belle Arti di Algeri e in molte collezioni private in Canada, Stati Uniti, Giappone, Norvegia, Finlandia, oltre che in Italia.
Vive e lavora a Schio, in provincia di Vicenza.


ABDALLAH KHALED - L’immagine segreta
Dal 16 febbraio al 13 aprile 2020


Luogo:
ASIAGO (VI) - MUSEO LE CARCERI
Via Benedetto Cairoli 13


Orari di apertura:
Sabato e festivi dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30

Ingresso intero: 
€ 5,00
€ 3,00 ridotto
Gratuito per disabili e bambini fino ai 6 anni

Visite guidate su prenotazione € 10,00 (numero minimo 10 persone)

Inaugurazione:
sabato 15 febbraio 2020, ore 17.00 - Presentazione della Prof.ssa Maria Luisa Trevisan.

Informazioni:
Per informazioni contattare il Museo Le Carceri cliccando sui tasti verdi a fondo pagina. 


EVENTI SPECIALI

Incontro con l’artista Abdallah Khaled (previa prenotazione su richiesta) solo nei weekend


CONFERENZE
presso la Sala Consiliare del Municipio di Asiago

SABATO 07 MARZO - ORE 16,30
La luce e la materia, a cura dell’Artista A. Khaled

SABATO 28 MARZO - ORE 16,30
La pittura come lo specchio dell’anima, a cura dell’Artista A. Khaled

SABATO 11 APRILE - ORE 16,30
L’Immagine segreta. Opere di A. Khaled
presenta la critica d’arte Prof.ssa Maria Luisa Trevisan


PROPOSTE LABORATORIALI (previa prenotazione cliccando sui tasti verdi a fondo pagina)
a cura dell’Operatrice Museale Lucia Spolverini, in collaborazione con l’Artista A. Khaled
tutti i weekend dalle 16.00 alle 17.30 (previa prenotazione).

Le tecniche della pittura: quando l’antica cultura araba,berbera e africana si fonde con l’arte contemporanea occidentale. Non si tratta solo di “dipingere”… ma di apprendere nuove teorie pittoriche con influenze del continente africano e conoscere il simbolismo di Civiltà e tradizioni artistiche e culturali diverse… nuovi linguaggi figurativi ed astratti.

Rivolto a tutti i bambini tra i 4 e i 12 anni.
Ogni attività didattica verrà strutturata per fascia d’età e grado di istruzione.

Costo € 5,00: cenni storici al Museo “Le Carceri”, visita guidata/introduzione alla mostra e laboratorio didattico (materiali e schede date in uso dal Museo).

Ogni genitore dovrà compilare una liberatoria sul diritto e riservatezza di protezione dei dati personali e firmare una carta di entrata e uscita dal Museo del bambino.
Aperture straordinarie infrasettimanali (previa prenotazione) per visite guidate e laboratori didattici.

Le visite guidate, a cura di Lucia Spolverini, hanno un costo di € 10,00 a persona, per un gruppo minimo di 10 persone.

DOMENICA 16 FEBBRAIO
Si nasce o si diventa un vero artista?
“Non si tratta di dipingere la vita, ma di far vivere la pittura ed innalzare l’arte alla sua massima espressione”

SABATO 22 FEBBRAIO
L’arte arcaica rupestre: disegni, graffiti e colori naturali. Le origini del linguaggio figurativo

SABATO 29 FEBBRAIO ANNULLATO
Creatività e passione per l’arte: inventiamo tecniche di pittura miste con colla,tessuti,colori acrilici …

SABATO 07 MARZO
Quali erano i soggetti rupestri che si incidevano sulle pareti rocciose e come venivano incisi

SABATO 14 MARZO
Disegno e pittura.
Tecniche per disegnare e dipingere in modi divertenti e vari. Anche il disegno a penna o matita diventa tecnica pittorica

SABATO 21 MARZO
Percorso conoscitivo sui colori caldi e colori freddi e tutte le loro combinazioni

SABATO 28 MARZO
Le espressioni artistiche contemporanee.
Cosa vuole comunicare l’artista attraverso il suo simbolismo cromatico

SABATO 04 APRILE
Sognamo dipingendo … cosa aggiungeresti al quadro che ti ha suscitato maggiore emozione tra quelli esposti in mostra

SABATO 11 APRILE
Educazione visiva e concettuale delle immagini pittoriche e grafiche: come si realizza un acrilico su tela, su tavola?
Tecnica mista su tela. Sperimentiamo l’acrilico e collage su tela.

Riproduzione riservata.

Info e iscrizioni rivolgersi al Museo Le Carceri premendo i tasti qui sotto.


Altri eventi Museo Le Carceri (Comune di Asiago)
info_outline

Ti interessa questo evento?

Scopri dove dormire e dove mangiare sull’Altopiano di Asiago Sette Comuni