Benvenuti sull'Altopiano di Asiago 7 Comuni

8 Comuni tutti da scoprire

Asiago Conco Enego Foza
Gallio Lusiana Roana Rotzo

Se vi piace l'Altopiano di Asiago cliccate su

l'Altopiano di Asiago 7 Comuni
Trova eventi per categoria, per mese o per giorno

Premiazioni "Premio Mario Rigoni Stern per la letteratura multilingue delle Alpi", Asiago, 18 giugno 2017

domenica 18/6/2017 alle 10:00
PREMIAZIONI
Mario rigoni stern premio per la letteratura multilingue delle alpi locandina

Premio letterario Mario Rigoni Stern presso Malga Porta Manazzo, Asiago - 18 giugno 2017

Sabato 18 giugno 2017, presso Malga Porta Manazzo, si assegnerà il Premio Mario Rigoni Stern per la letteratura multilingue delle Alpi, giunto quest'anno alla sua settima edizione.

La cerimonia di premiazione avrà inizio alle ore 10.00.

Un premio dalle molte anime il Mario Rigoni Stern. Accanto alle lingue che si fanno scrittura, letteratura, ricerca e studio per raccontare la molteplice identità delle Alpi ecco una sezione “I Guardiani dell'Arca” che vuole essere riconoscimento a una persona che si è distinta per la sua vita e per l’attività a difesa del paesaggio, del territorio e delle radici.

Proprio per questo, per la convivenza di culture e tradizioni delle più diverse estrazioni, il Premio Mario Rigoni Stern si avvia ad essere sempre più un punto di riferimento per il mondo alpino nella sua grande complessità e ricchezza. E i vincitori di quest'anno – celebrati e premiati sia a Venezia sabato 17 giugno sia ad Asiago domenica 18 giugno – ne sono piena espressione.

Sabato 17 giugno (ore 17) a Palazzo Labia a Venezia, sede prestigiosa della RAI del Veneto, i vincitori dell'edizione 2017 del Premio potranno dialogare e parlare delle proprie opere: Diego Leoni con il saggio “La guerra verticale” (Einaudi) e Matteo Melchiorre con “La via di Schenèr” (Marsilio).
Alla premiazione sarà dato spazio anche alle opere segnalate dalla giuria: “Le temps suspendu. De la Noël à l'Épiphanie” di Alexis Bétemps (Priuli & Verlucca), “Le otto montagnedi Paolo Cognetti (Einaudi) e “Di roccia di neve di piombo” di Andrea Nicolussi Golo (Priuli & Verlucca).

Per l'occasione sarà presente anche Marco Scolastici, il primo ad ottenere il riconoscimento della nuova sezione del Premio “I Guardiani dell'Arca”. 

Non poteva mancare anche una cerimonia sugli altipiani legati alla biografia e all'opera di Stern e infatti domenica 18 luglio – ore 10 – ci si ritroverà a Malga Porta Manazzo ad Asiago – per celebrare ancora i vincitori letterari, i segnalati e Marco Scolastici.
E forse non c'era posto più indicato per ribadire un legame tra gente di montagna – anche se a diverse latitudini – di un luogo dove si produce formaggio di alta qualità.


Per saperne di più sui vincitori e le menzioni speciali, clicca su VINCITORI PREMIO LETTERARIO MARIO RIGONI STERN 2017


IL PREMIO

Il "Premio Mario Rigoni Stern per la letteratura multilingue delle Alpi" è stato fondato nel 2010, a due anni dalla scomparsa dello scrittore asiaghese, per onorarne la memoria e la testimonianza in difesa del patrimonio naturale e culturale della montagna su iniziativa della Regione del Veneto, del Comune di Asiago, della Provincia Autonoma di Trento.

Il premio è nato per favorire lo sviluppo del contesto culturale poliglotta che fa riferimento all'arco alpino, promuovendo un concorso di merito opere di narrativa e di saggistica dedicate alle Alpi, al loro paesaggio e alle loro genti. Istituito con l'intento di onorare la memoria di Mario Rigoni Stern e della sua opera, il Premio intende perpetuare i valori della fratellanza tra i popoli, di rispetto dell'ambiente, di umanità alpina.

Il premio è dedicato alla narrativa e alla saggistica di montagna espresse in tutte le lingue dell'arco alpino (italiano tedesco, francese, sloveno, francoprovenzale, ladino romancio), ha cadenza annuale ed è articolato in due sezioni: narrativa e saggistica, ognuna delle quali biennale. Il concorso per la saggistica ha sede ad Asiago (VI) con premiazione negli anni dispari, mentre quello per la narrativa ha sede a Riva del Garda (TN) con premiazione negli anni pari.

Questo evento si riallaccia anche al filone storico letterario della Grande Guerra di cui Mario Rigoni Stern scrisse.