Benvenuti sull'Altopiano di Asiago 7 Comuni

7 Comuni tutti da scoprire

Asiago Enego Foza Gallio
Lusiana Conco Roana Rotzo

Se vi piace l'Altopiano di Asiago cliccate su

l'Altopiano di Asiago 7 Comuni
Trova eventi per categoria, per mese o per giorno

SIOR TODERO BRONTOLON di Goldoni XI Rassegna Teatrale di Roana il 5 ottobre 2013

sabato 5/10/2013 alle 21:00
TEATRO

Sior Todero Brontolon di Carlo GoldoniSpettacolo SIOR TODERO BRONTOLON di Carlo Goldoni per la XI Rassegna Teatrale “Comune di Roana” a Canove il 5 ottobre 2013

Sabato 5 ottobre 2013 alle ore 21.00 presso il teatro di Canove e nell'ambito della XI Rassegna Teatrale “Comune di Roana”, sarà di scena la celebre commedia di Carlo Goldoni Sior Todero Brontolon, presentata dalla Compagnia Teatro Sperimentale dell’Università per adulti di Bassano con la regia di Nico Filippin.

La Rassegna Teatrale “Comune di Roana” consiste in quattro appuntamenti, ogni sabato di ottobre con testi di grandi autori, messi in scena da compagnie teatrali della zona.

SIOR TODERO BRONTOLON DI CARLO GOLDONI

Todero è il nome proprio della persona, e vuol dir Teodoro; Brontolon non è il nome di famiglia di Todero, ma un adiettivo che deriva da brontolare, soprannome datogli dalle persone che lo conoscono a fondo, e che spiega e mette in ridicolo il di lui carattere inquieto fastidioso, indiscreto.

Todero in questa commedia non è brontolon solamente, ma avaro e superbo. L’avrei potuto intitolare o il Superbo o l’Avaro; ma come la sua superbia consiste solamente nel comandar con durezza a’ suoi dipendenti, e la sua avarizia è accompagnata da un taroccare fastidioso, insolente, ho creduto bene d’intitolarlo dal difetto suo più molesto ch’è il Brontolone, o sia il Vecchio fastidioso.

Tutta la morale di questa Commedia consiste nell’esposizione di un carattere odioso, affinché se ne correggano quelli che si trovano, per loro disgrazia, da questa malattia attaccati. E in fatti qual maggiore disgrazia per un uomo, che rendersi l’odio del pubblico, il flagello della famiglia, il ridicolo della servitù? Eppure non è il mio Todero un carattere immaginario. Pur troppo vi sono al mondo di quelli che lo somigliano; e in tempo che rappresentavasi questa Commedia, intesi nominare più e più originali, dai quali credevano ch’io lo avessi copiato.

Riproduzione riservata.
info_outline

Ti interessa questo evento?

Scopri dove dormire e dove mangiare sull’Altopiano di Asiago Sette Comuni