Benvenuti sull'Altopiano di Asiago 7 Comuni

8 Comuni tutti da scoprire

Asiago Conco Enego Foza
Gallio Lusiana Roana Rotzo

Se vi piace l'Altopiano di Asiago cliccate su

l'Altopiano di Asiago 7 Comuni
Trova eventi per categoria, per mese o per giorno

Spettacolo teatrale "Filo spinato nel cuore" al Sacrario Militare di Asiago - 4 agosto 2017

venerdi 4/8/2017 alle 20:45
TEATRO

Filo spinato nel cuore Venerdì 4 agosto 2017, il Sacrario Militare di Asiago farà da cornice alla rappresentazione teatrale "Filo spinato nel cuore". 

Lo spettacolo inizierà alle ore 20.45 e coinvolgerà i presenti con toccanti storie di uomini e donne coinvolti nella Grande Guerra, per una serata di memoria e di emozioni. 

L'evento si inserisce nel programma di "Asiago: conoscere, ricordare, tramandare", progetto ideato per far riflettere sul tema della Grande Guerra e far conoscere i luoghi e i personaggi protagonisti del Primo Conflitto Mondiale.

Foto della compagnia "Il Canovaccio"


INGRESSO GRATUITO

Prenotazione obbligatoria al SIT di Asiago (per contatti cliccare sui tasti sottostanti)


FILO SPINATO NEL CUORE

Anime erranti in una sorta di limbo, popolarmente inteso, alle quali è concessa una opportunità unica ed irripetibile: riconquistare le proprie sembianze perdute giusto il tempo di raccontarci la loro breve vita terrena, di colpo troncata dai tragici eventi della Grande Guerra, abbandonando così lo stato di ombre incorporee.

Storie di uomini e donne che aspettano a casa notizie dal fronte, che hanno subito ordini gerarchici spesso incomprensibili e inaccettabili, che hanno visto messa a dura prova la propria fede, che hanno saputo sacrificarsi in nome di ideali a volte lontani, che non potranno più riabbracciare i loro cari.

Note di regia:

La messa in scena parte dalla necessità di “materializzare” tutta una serie di emozioni, stati d'animo, attraverso questo temporaneo risveglio dei protagonisti della pièce al fine di stimolare il nostro immaginario e comprendere che il tempo corrispondente ad un secolo, se confrontato con lo spazio ed il tempo presenti nell'intero universo,corrisponde forse ad un millesimo d'un nano secondo. Di conseguenza la verità narrata da questi personaggi non si basa sulla temporalità come da noi percepita.
Non a caso Il loro risveglio ci ammonisce che il passato altro non è che il nostro presente, poiché la storia nell'accezione dei suoi corsi e ricorsi, non muta gli
eventi e le condizioni se non attraverso il cambiamento radicale della nostre coscienze. Visto che di guerra si sta parlando mi permetto di citare una frase di Erodoto che così recita: “Non esiste uomo folle al punto di preferire la guerra alla pace. In pace i figli seppelliscono i padri, in guerra sono invece i padri a seppellire i figli.”
Questo allestimento, tuttavia, non affonda le sue radici in un terreno prettamente storico se non nella parte finale, dal momento che non era il nostro intendimento; in realtà sopra questa tavole del palcoscenico ogni protagonista tesse una tela con il filo del proprio passato, nudo e crudo. Né vinti, né vincitori ma unicamente esseri invano sacrificati.

Regia di Antonello Pagotto

[descrizione spettacolo da https://www.facebook.com/events/1115901075161130/]

info_outline

Ti interessa questo evento?

Scopri dove dormire e dove mangiare sull’Altopiano di Asiago Sette Comuni