Benvenuti sull'Altopiano di Asiago 7 Comuni

7 Comuni tutti da scoprire

Asiago Enego Foza Gallio
Lusiana Conco Roana Rotzo

Se vi piace l'Altopiano di Asiago cliccate su

l'Altopiano di Asiago 7 Comuni

News e Articoli

Maltempo sull'Altopiano di Asiago: migliaia gli alberi caduti, gravi i danni alle linee elettriche

Pubblicata l'1 nov 2018 alle 18.19
AMBIENTE E NATURA

Spiazzo Garibaldi

Sembra siano 300mila, stando alle stime effettuate in seguito ai primi sopralluoghi, gli alberi caduti al suolo o spezzati dalla furia della tempesta che lunedì 29 ottobre 2018 si è abbattuta sull'Altopiano di Asiago e sull'Italia intera: un danno paragonabile a quello causato dalla Grande Guerra.  

Dalla Piana di Marcesina alla Val d'Assa, il volto dei boschi altopianesi è cambiato completamente, il maltempo ha lasciato dietro di sè devastazione e danni all'ecosistema davvero incalcolabili.
Marcesina, uno tra i panorami più belli dell'Altopiano, ora sembra quasi irriconoscibile: per via della particolare conformazione del territorio, qui il vento ha acquisito maggiore violenza, abbattendo interi boschi in poche ore.
In Val d'Assa, la situazione non migliora: anche qui gli alberi abbattuti sono a decine di migliaia. 
Lo stesso vale per la zona delle Melette.

Il maltempo ha distrutto anche molte opere e il sentiero di SelvArt a Mezzaselva e il Tanzer Park di Roana.

Il CAI Veneto ha comunicato che "nell’Altopiano dei Sette Comuni tutte le strade forestali e i sentieri sono praticamente impercorribili per caduta piante.Si raccomanda quindi a tutte le strutture CAI e ai singoli soci, soprattutto di pianura, di non intraprendere viaggi e tantomeno escursioni in montagna.Lasciamo la viabilità quanto più possibile libera per i movimenti dei soccorsi, delle forze dell’ordine e di tutti coloro che sono impegnati nelle opere di contenimento dei danni e di ripristino. Tanto più, non avventuriamoci nei sentieri, mettendo a repentaglio la nostra vita e quella altrui."

I danni, dal punto di vista economico e ambientale, avranno forti ripercussioni, si stima almeno per i prossimi dieci anni.
Gli sforzi di cent'anni per ricostruire i boschi a seguito della devastazione lasciata dalla Grande Guerra sono infatti stati vanificati e, oltre al rischio di frane e dissesti, con l'arrivo della primavera si teme la diffusione di malattie agli alberi sopravvissuti. 


I BLACKOUT

I danni causati dal maltempo di lunedì hanno riguardato anche le linee elettriche, con molti tralicci spezzati e numerosi cavi dell'elettricità rotti in più punti. 
Questo ha causato un'interruzione dell'energia elettrica, che ha lasciato l'Altopiano al buio e reso le comunicazioni quasi impossibili, a partire dal tardo pomeriggio di lunedì.
Le Amministrazioni comunali, con il fondamentale aiuto dell'Enel, Vigili del Fuoco Protezione Civile, si sono immediatamente mobilitate per cercare di rimediare ai danni e assicurare, nel più breve tempo possibile, l'energia elettrica a tutte le famiglie dell'Altopiano.
Visti i gravi danni riscontrati alla linea dell'alta tensione (che richiederanno giorni, se non settimane, di lavoro per il ripristino), si è deciso di sopperire alla mancanza di energia elettrica collegando le cabine di media tensione delle varie zone dell'Altopiano con generatori elettrici da 500 kw l'uno, arrivati ad Asiago già martedì sera.
Da allora i tecnici, aiutati dai Vigili del Fuoco che hanno fornito la luce necessaria per lavorare grazie alle loro fotoelettriche, hanno lavorato senza sosta e sono tutt'ora al lavoro per installarli sulle cabine elettriche dei vari Comuni e frazioni altopianesi. 
In questo modo, già da ieri mattina la corrente ha iniziato a tornare nelle case e attività dell'Altopiano. Entro sera, sono state servite le zone più centrali, mentre ora si cerca di coprire anche le zone più periferiche: grazie all'intervento dell'Esercito, che nella notte è arrivato sull'Altopiano con due centrali elettriche mobili in grado di fornire energia a qusi tutta la conca centrale, è stato possibilie infatti spostare i gruppi elettrogeni più piccoli nelle zone più periferiche.  
Oltre ai gruppi elettrici, sono inoltre state disposte delle linee di media tensione da Bassano e da Arsiero, per alimentare la cabina principale di Asiago.

Per aggiornamenti sulla situazione attuale cliccate su https://www.asiago.it/it/news/art_maltempo_emergenza_black-out_sullaltopiano_di_asiago/


 © ASIAGO.IT - Riproduzione riservata

Foto di Christian Martello (in alto a sx) e Rosella Benetti

Riproduzione riservata.
info_outline

Stai pianificando la tua vacanza o il tuo weekend in Altopiano?

Scopri dove dormire e dove mangiare sull’Altopiano di Asiago Sette Comuni