Benvenuti sull'Altopiano di Asiago 7 Comuni

8 Comuni tutti da scoprire

Asiago Conco Enego Foza
Gallio Lusiana Roana Rotzo

Se vi piace l'Altopiano di Asiago cliccate su

l'Altopiano di Asiago 7 Comuni
Trova eventi per categoria, per mese o per giorno

Artemusica Cultura - Concerto "Una festa in Trio"

venerdi 1/5/2015 alle 21:00
CONCERTI
Foto violino pianoforte

Trio del Conservatorio di Padova (pianoforte, violoncello, clarinetto) - Trio del Conservatorio di Castelfranco (pianoforte,violino, violoncello)

È previsto per venerdì 1° maggio, un nuovo appuntamento con le proposte artistiche dell’Associazione Artemusica Cultura.

Alle ore 21, all’interno della Sala Consiliare del Comune di Canove di Roana, si terrà un concerto creato per mezzo di una fattiva collaborazione con la Consulta Regionale dei Conservatori del Veneto.

Protagoniste saranno due formazioni di musica da camera in trio  provenienti dai Conservatori di Padova e di Castelfranco, che presenteranno musiche di Beethoven, Rachmaninov e altri autori.

Al concerto, come sempre, ad ingresso libero, seguirà un piccolo rinfresco

Il trio del conservatorio “C. Pollini” di Padova è nato nel 2014, all’interno della classe di musica da camera della professoressa Cecilia Franchini; ha recentemente partecipato alla XVII edizione de “I sabati del conservatorio”.
I membri sono Lara Martelozzo (pianoforte), Veronica Nava Puerto (violoncello) ed Andrea Agrati (clarinetto). Precedentemente all’esperienza del trio, i singoli membri si sono distinti partecipando e ricevendo premi e riconoscimenti in diversi concorsi, fra cui la XIX edizione dell’International Music Competition di Cortemilia (Cuneo), il XXIII European Music Competition città di Moncalieri (Torino), la IV edizione del Concorso Internazionale per Giovani Musicisti di Legnago (Padova), la selezione alla VI edizione de “I concerti a Palazzo” di Sacile (Pordenone).
Veronica Nava inoltre ha suonato con diverse orchestre del progetto “El Sistema” e l’orchestra “Palermo Classica”, tenendo concerti in tutto il mondo sotto la direzione di direttori d’orchestra di fama internazionale fra i quali Rubén Dario Cova, Gustavo Dudamel e Simon Rattle.

Il secondo trio che si esibirà nel concerto si è recentemente formato presso il Conservatorio “Steffani” di Castelfranco Veneto.
Alessandra Fornasa (pianoforte), Kremena Nikolova (violino) e Bannyk Kateryna (violoncello)
hanno studiato con docenti di fama internazionale come Pavel Vernikov,  Zakar Bronn, Vittoria Kulikova, Jerome Rose, Vittorio Ceccanti, Massimiliano Ferrati e Aldo Ciccolini.
Si sono distinte singolarmente nell' ambito di concorsi nazionali ed internazionali, riscuotendo sempre grande successo di critica e pubblico.
Come soliste e in formazioni orchestrali e cameristiche svolgono un' intensa attività  in Italia e all' estero, esibendosi anche in Francia, Svizzera, Germania, Ukraina, Austria e Repubblica Ceca.
Il loro repertorio spazia da quello cameristico a quello solistico classico, barocco e contemporaneo, dimostrando la versatilità delle artiste.

I musicisti, oltre ad esibirsi in trio, eseguiranno anche brani solistici o in duo, dando prova del loro virtuosismo.

Tra i brani che saranno eseguiti  troviamo, di Rachmaninov,  il Trio elegiaco n 1, nel quale il pianoforte è protagonista: Rachmaninov a diciannove anni si era già dimostrato un pianista virtuoso e nel Trio che si accingeva a eseguire voleva sfruttare le diverse possibilità espressive del suo strumento. Nel lavoro l’influenza più evidente è quella di Čajkovskij: il tema principale, ad esempio, è affine a quello usato dall’ammirato musicista nel suo Trio in la minore del 1881. Il Trio è articolato in dodici episodi che presentano tempi e atmosfere diverse; nella coda, indicata come Alla marcia funebre, il pianoforte in pianissimo e gli archi con la sordina sembrano presentare un corteo funebre che si allontana a passo lento.
Ancora di Rachmaninov  verrà presentata una raccolta  di pezzi per pianoforte composti da tra l'ottobre e il dicembre 1896. La composizione intitolata  Sei  momenti musicali  op. 16, comprende sei brani distinti e separati che riproducono forme musicali caratteristiche di precedenti epoche musicali. Le forme che appaiono sono: il notturno, le romanze senza parole, la barcarola, lo studio, le variazioni e il tema. In un'intervista del 1941, Rachmaninov disse, "Quello che cerco di fare, quando scrivo musica, è dire semplicemente e direttamente ciò che è nel mio cuore mentre sto componendo".

Verrà eseguito, inoltre, il Duo n°3 per Clarinetto e Fagotto (o Violoncello) di Beethoven, che  fa parte di una raccolta di 3 duetti composti fra il 1790 ed il 1792 durante il primo periodo della carriera di Beethoven, caratterizzato dalla forte influenza di personaggi quali Mozart e Haydn, sia nelle opere cameristiche che sinfoniche.
I duetti presentano un carattere allegro e giocoso, tipico delle sue prime composizioni; lo stile è chiaramente classico, sia per la forma adottata che per i temi utilizzati ed il loro sviluppo.
Il duetto che sarà eseguito fu l’ultimo ad essere stato composto, e lo ascolteremo nella versione per clarinetto e violoncello.

Riproduzione riservata.
info_outline

Ti interessa questo evento?

Scopri dove dormire e dove mangiare sull’Altopiano di Asiago Sette Comuni