Benvenuti sull'Altopiano di Asiago 7 Comuni

8 Comuni tutti da scoprire

Asiago Conco Enego Foza
Gallio Lusiana Roana Rotzo

Se vi piace l'Altopiano di Asiago cliccate su

l'Altopiano di Asiago 7 Comuni
Trova eventi per categoria, per mese o per giorno

Mostra "UOMINI E DESTINI:La Russia nella Prima Guerra Mondiale" ad Asiago

Dal 13/12/2014 al 15/3/2015
MOSTRE
Uomini e destini

Dal 13 dicembre 2014 al 15 marzo 2015, mostra "UOMINI E DESTINI:La Russia nella Prima Guerra Mondiale", presso il museo Le Carceri di Asiago

A cento anni dall’inizio della Prima Guerra Mondiale, ad Asiago si inaugura la mostra «Uomini e destini. La Russia nella Prima Guerra Mondiale» con manufatti originali e riproduzioni di opere provenienti dal Museo Centrale Statale di Storia Contemporanea della Russia di Mosca e da importanti collezioni private.

La mostra sarà allestita presso il Museo Le Carceri di Asiago, in via Cairoli 13, dal 13 dicembre 2015 al 15 marzo 2015.

Orari:

Sabato, domenica e festivi 10.00-12.30 / 15.30-18.00
Dal 24 dicembre al 6 gennaio e dal 13 al 22 febbraio tutti i giorni
Chiuso il 25 dicembre e il 1° gennaio

Tariffe:
Intero 4,00 euro
Ridotto 2,00 euro (studenti, over 65, residenti nei Comuni dell’Altopiano di Asiago, possessori di tessera cineforum “Immagini di Russia”)
Gratuito: fino ai 6 anni d’età

Info:

Ufficio Informazioni Turistiche: 0424/462221
Museo Le Carceri: 0424/63854
 

UOMINI E DESTINI: LA RUSSIA NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

La mostra è composta da dipinti, disegni, manifesti, fotografie e cartoline. I lavori in mostra sono suddivisi in quattro sezioni tematiche: «Scene e ritratti», «La vita al fronte», «Immagini della solidarietà» e «Lo sguardo della satira».

La prima parte della mostra è dedicata agli alti ufficiali che hanno avuto un ruolo decisivo nelle vicende belliche, ma anche ai soldati semplici, i cui destini sono indissolubilmente legati a quelli del loro paese. Sono esposti i ritratti del comandante in capo dell’armata imperiale russa nel 1914-1915, N.N.Romanov,
del tenente generale Ja.G.Žilinskij, del tenente generale V.M.Dragomirov; i ritratti realizzati dal vero del comandante in capo del fronte sud-occidentale Aleksej Brusilov, del comandante Lavr Kornilov, del generale Vladimir Suchomlinov; le fotografie del primo cavaliere dell’Ordine di San Giorgio della Grande Guerra,
il cosacco del Don Koz’ma Krjucˇkov, e del fondatore dell’acrobazia aerea bellica, il capitano pilota Petr Nesterov.

La seconda sezione, dal titolo «La vita al fronte», è imperniata sugli aspetti sociali e psicologici della guerra: la vita quotidiana delle persone al fronte, in prigionia e nelle retrovie. Tra gli oggetti esposti vi sono insegne militari, la bandiera del reggimento delle Guardie di Chasseurs, uniformi ed equipaggiamenti
dei soldati e degli ufficiali militari dell’Armata imperiale russa del periodo della Prima Guerra Mondiale, provenienti dalla collezione di un membro della società militare-storico russa, D.A.Bušmakov. In mostra è possibile ammirare anche dipinti e disegni di M.B.Grekov e di V.G.Ljubimov, acquarelli di N.N.Pomanskij e di A.Martynov, nei quali gli autori hanno fissato la cronaca degli eventi degli anni della guerra. Vere e proprie rarità storiche sono i ritratti degli ex combattenti dipinti
da G.S.Verejskij, E.E.Lanceray e i ritratti di L.R.Sologub, provenienti dalla collezione di Sergej Podstanickij.

Un’altra sezione della mostra affronta il tema della solidarietà, mostrata attraverso i destini eroici delle infermiere militari. Tra i reperti compaiono i manifesti con l’appello a donare per le vittime della guerra; le fotografie dei profughi e dei feriti negli ospedali militari e nelle infermerie; le cartoline e i manifesti sul lavoro svolto della Croce Rossa russa; fotografie delle «sorelle della misericordia» e di granduchesse attive negli ospedali militari; materiali sul lavoro svolto dalle organizzazioni di beneficenza; infine incisioni di A.V.Kravcˇenko dalla serie «La guerra imperiale».

Durante la guerra di grande attualità era anche l’arte dei disegni di satira, legata alla percezione emotiva degli avvenimenti. Il mondo «della cultura della risata popolare» presenta nella sezione «Lo sguardo della satira» i lavori di L.Lavrent’ev, di A.Lebedev, di N.Sokolov e le opere di D.S.Moor dalla serie «La Guerra Mondiale nelle caricature». Scopo della mostra è destare l’interesse verso la storia russa, preservare e consolidare la memoria legata ai fatti storici, alle gesta eroiche e agli uomini coinvolti nella Prima Guerra Mondiale.

Riproduzione riservata.
info_outline

Ti interessa questo evento?

Scopri dove dormire e dove mangiare sull’Altopiano di Asiago Sette Comuni