Benvenuti sull'Altopiano di Asiago 7 Comuni

7 Comuni tutti da scoprire

Asiago Enego Foza Gallio
Lusiana Conco Roana Rotzo

Se vi piace l'Altopiano di Asiago cliccate su

l'Altopiano di Asiago 7 Comuni
Trova eventi per categoria, per mese o per giorno

Quarti di Finale Serie A-ITAS CUP, Asiago-Appiano, Stadio del Ghiaccio

sabato 21/2/2015 alle 20:30
HOCKEY ASIAGO

Partita di Hockey su ghiaccio Asiago-AppianoQuarti di finale di Serie A-ITAS CUP

Sabato 21 Febbraio 2015 alle ore 20.30 allo Stadio del Ghiaccio di Asiago si giocherà il primo incontro valido per i Quarti di Finale di Serie A-ITAS CUP tra Asiago Hockey- HC Appiano.

I ragazzi di mister John Parco, reduci da una buonissima vittoria per 7-0 nel precedente incontro contro  il Gherdeina, cercheranno di infiammare ancora una volta i già calorosi tifosi Altopianesi del PalaOdegar di Asiago per poter già ipotecare la semifinale di Serie A!

IL PROGRAMMA delle prossime partite al Palaghiaccio di Asiago:

Gara 1: sabato 21 Febbraio ore 20.30,  PalaOdegar;

Gara 3: giovedì 26 Febbraio, PalaOdegar;

Eventuale Gara 5: martedì 3 Marzo, PalaOdegar;

Eventuale Gara 7: sabato 7 Marzo, PalaOdegar;

Il Comunicato Stampa ufficiale dell'Asiago Hockey 1935

Playoff al via! L'Asiago ospita l'Appiano

Iniziano domani sera i playoff scudetto del Campionato Italiano Serie A Itas Cup di hockey su ghiaccio. Scatta la caccia al titolo tricolore detenuto dagli altoatesini del Rittner Buam. L’Asiago Hockey 1935 non nasconde le proprie velleità e vuole essere fra le squadre in lizza fino alla fine per tentare l’impresa. Di sicuro non sarà facile: in questa intensa fase possono subentrare molti fattori determinanti (condizione, infortuni e anche buona sorte), ma la squadra a disposizione di coach John Parco ha tutte le carte in regola per poter essere annoverata, a buon diritto, fra le possibili vincitrici del campionato numero 81.

In compagnia degli stellati, in questa ipotetica “griglia di partenza”, ci sono i campioni d’Italia e il Val Pusteria (ancora all’asciutto nonostante i numerosi tentativi), leggermente staccato il Valpellice (finalista due stagioni fa e sconfitto proprio dall’Asiago) e l’outsider Milano.

In corsa, ma obiettivamente con meno probabilità di farcela, il Vipiteno, il Gherdeina e l’Appiano. Delle otto squadre rimaste, solo tre hanno già vinto il campionato: il Renon, campione in carica, l’Asiago e il Gherdeina (con quattro titoli ciascuna). Il primo turno, i quarti di finale, ha riservato all’Asiago il confronto con l’Appiano che ha avuto la meglio, in sole due partite, sul Cortina, al pari di Egna, Fassa e Caldaro già “in ferie”.

L’Appiano non è ostacolo insormontabile per l’Asiago, ma attenzione a non sottovalutare troppo la pattuglia guidata in panchina da Patrice Lefebvre, ex attaccante del Milano (tre scudetti consecutivi per lui in maglia Vipers) e, da giocatore, più di una volta giustiziere dell’Asiago.

FATTORE ODEGAR
Con la conquista del primo posto nel Master Round, l’Asiago si è assicurato il vantaggio del fattore campo in tutte le serie che riuscirà a giocare: gara 1, 3 e le eventuali gara 5 e 7 si giocheranno sempre ad Asiago.

APPELLO
Mancherà il capitano: Dave Borrelli sconterà domani sera la seconda delle tre giornate di squalifica, tornerà a disposizione per gara 3, in programma ad Asiago giovedì prossimo. Assente anche Michele Stevan (leggero infortunio per il giovane attaccante), così come Pace, Mattivi e Strazzabosco (Andrea) che, quasi in contemporanea, giocheranno a Pergine gara 2 dei quarti di finale di serie B contro l’Ora (gli altoatesini conducono 1-0, serie al meglio delle 2 vittorie su 3 incontri). Recuperati dai rispettivi problemi fisici Sean Bentivoglio e Daniel Sullivan.

LINE-UP
Con l’assenza di Borrelli coach John Parco sarà costretto a mescolare le pedine a sua disposizione. Nel primo blocco, al fianco di Ulmer e Bentivoglio, farà il suo esordio casalingo Anthony Nigro. Magnabosco arretrerà in seconda linea con DeVergilio e Matteo Tessari. In terza si alterneranno Presti, Iori, Benetti e Nicola Tessari.

GLI AVVERSARI
Per la prima volta nella loro storia gli altoatesini si sono qualificati per i playoff. E per farlo c'è voluto uno che di post season se ne intende: quel Patrice Lefebvre che da giocatore del Milano tante volte ha incrociato l'Asiago negli anni in cui le due formazioni dominavano il ghiaccio italiano.


L'Appiano, una delle "reduci" dalla stagione oltre-Brennero nella INL (la seconda lega austriaca), nel corso del campionato ha saputo reagire ad una serie di infortuni, riuscendo a trovare i giusti equilibri proprio nello scorcio conclusivo della seconda fase, quando ha colto il momento di calo del Cortina, prima superandolo in classifica e quindi eliminandolo (2-0) nella serie dei "pre-playoff".


Punto di forza dei "Pirati" il duo canadese formato da Jonathan Hazen e Marc Olivier Vallerand finora capaci di produrre qualcosa come 57 gol. Qualità, tecnica e punti non mancano di certo nelle mani di questi due attaccanti, tra i migliori del torneo, senza dubbio i terminali offensivi più pericolosi, anche se non vanno sottovalutati elementi "made in Alto Adige" come Waldner, Peruzzo o Ebner (Tobias).


La retroguardia, che in tutto il campionato non è mai riuscita a chiudere un incontro senza subire reti, poggia su alcuni elementi di esperienza (Ceresa ed Eisensteken) e sui due stranieri Lacroix (non al meglio fisicamente) e De Hart, arrivato a stagione in corso al posto di Guren.
Tra i pali il giovane Vallini (ex Fassa) ha spodestato Grossgasteiger nelle gerarchie, contribuendo in modo importante alla storica qualificazione ai quarti di finale dei gialloblù altoatesini.

CURIOSITA'
Nella stagione 1999/2000, il famoso "anno dei record" per l'Asiago, la formazione di Pat Cortina, nell'ultima giornata della regular season, ottenne contro l'Appiano la vittoria più larga della sua storia: 18-0. Record nel record il parziale di 10-0 messo a segno nel periodo centrale.


Da record, comunque, anche il primo confronto di quest'anno, quando sul ghiaccio di Appiano i "Pirati" inflissero alla squadra di John Parco il primo ko in campionato (e pure nella storia degli scontri diretti) superandola 3-2 dopo i rigori (10 per parte). Decisivo quello di Hazen.
In totale Asiago ed Appiano si sono fin qui incrociati in sette occasioni: bilancio di 6-1 per l'Asiago.

PAROLA AL COACH
“I ragazzi sono impazienti di scendere sul ghiaccio. Nelle ultime settimane abbiamo disputato solo due partite ufficiali e adesso c'è voglia di giocare e fare sul serio.” Sull'Appiano dice: “Squadra pericolosa, che ha carattere e soprattutto due dei migliori stranieri del campionato (Hazen e Vallerand). Dovremo stare attenti!”

RADIO
A partire dai playoff la trasmissione “Tutto l’hockey minuto per minuto” il sabato sera inizierà alle ore 19,30; per gli incontri del martedì e del venerdì consueto orario d’inizio fissato alle 20,15.

GRIGLIA
La vincente di Asiago – Appiano andrà a sfidare in semifinale la vincente di Rittner Buam – Gherdeina; la vincente di Val Pusteria – Vipiteno sfiderà la vincente di Milano – Valpellice.

ORARI E FISCHIETTI
Asiago Hockey 1935  – HC Appiano Roi Team
Stadio Odegar – Asiago – ore 20:30
Arbitri: Andrea Benvegnù e Michele Gastaldelli; Giudici di linea: Christian Cristeli e Matthias Cristeli.

HC Val Pusteria Lupi – SSI Vipiteno Weihenstephan Broncos
Stadio Lungo Rienza – Brunico – ore 19:30
Arbitri: Gregory Loreggia e Leandro Soraperra; Giudici di linea: Marco Bettarini e Federico Stefenelli.

Rittner Buam – HC Gherdeina valgardena.it
Arena Rittner – Collalbo – ore 19:30
Arbitri: Alex Lazzeri e Davide Deidda; Giudici di linea: Patrick Gruber e Manuel Manfroi.

Hockey Milano Rossoblu – HC Valpellice Bodino Engineering
Stadio Agorà – Milano – ore 18:30
Arbitri: Luca Cassol e Claudio Pianezze; Giudici di linea: Fabrizio De Toni e Luca Zatta.

(Fonte www.asiagohockey.it)

Riproduzione riservata.
info_outline

Ti interessa questo evento?

Scopri dove dormire e dove mangiare sull’Altopiano di Asiago Sette Comuni