Benvenuti sull'Altopiano di Asiago 7 Comuni

8 Comuni tutti da scoprire

Asiago Conco Enego Foza
Gallio Lusiana Roana Rotzo

Se vi piace l'Altopiano di Asiago cliccate su

l'Altopiano di Asiago 7 Comuni

Eventi

Trova eventi per categoria, per mese o per giorno

Concerto del Bintar Gospel Festival con i “Friendly Travelers”, Treschè Conca, 2 gennaio 2017

lunedi 2/1/2017 alle 21:00
CONCERTI

Friendly travelers Continuano gli appuntamenti con il meglio della musica Gospel sull’Altopiano di Asiago. Il 2 gennaio 2017, saranno i Friendly Travelers a dare il benvenuto al nuovo anno con un concerto Gospel davvero emozionante.

Alle ore 21.00, presso la chiesa parrocchiale di Treschè Conca di Roana (via Chiesa), la formazione statunitense porterà sull’Altopiano il sound inconfondibile di New Orleans, in un concerto che entusiasmerà il pubblico con brani Traditional Gospel e dalle sonorità Soul, R&B e Jazz.

Attraverso la carica e l’energia delle loro voci, tutti i presenti si sentiranno parte di un’unica grande famiglia, condividendo i valori di fratellanza, pace e generosità tipici della musica Gospel.

Il concerto è ad ingresso gratuito.

FRIENDLY TRAVELERS

Line-up:

Floyd Turner - guitar, vocal
Alfred Penns - lead vocals
Wanda Joseph - Bass guitar, vocals
Jerome Harris Jr. - drums
Curtis Mitchell - Guitar, vocals
Caprice M Sanders - vocals

I Friendly Travelers sono uno storico gruppo gospel di grande successo internazionale, proveniente dalla Louisiana (USA) e fondato nel 1959 dal Rev. Clint Jones.

Il gruppo si esibisce con grandi capacità ed enfasi sia nello stile “a cappella”, che accompagnato da una potente e dinamica sezione ritmica strumentale. L’impronta artistica lasciata dal fondatore è ancora tangibile, ad oltre quarant’anni dalla loro fondazione, nello spirito, nella visione e nella creatività del gruppo.

I Friendly Travelers proseguono il loro cammino artistico/spirituale iniziato del Rev. Clinton Jones, sopperendo a tale assenza (come essi tengono a precisare) attraverso la guida e l’ispirazione dello “Spirito Divino”, continuando senza sosta a divulgare il messaggio di pace e di amore in numerosi paesi del mondo.
Nel ‘78 sono il primo gruppo Gospel ad incidere per la prestigiosa Malaco Records, ingaggio che gli permette di esibirsi al fianco di grandi stars come Gladys Night e Mighty Clouds Of Joy. Da qui inizia la loro ascesa con un’intensa attività concertistica nello stato della Louisiana che ben presto si espande nei festivals e nelle chiese dell’America e di tutta Europa.

Appaiono in prestigiosi cartelloni come il leggendario New Orleans Jazz and Heritage Festival (da cui ricevono nel 1990 un “Contribution Gospel Award” per il loro grande impegno nella diffusione del genere), i blasonati festival europei di Ascona e Nantes, e House of Blues di New Orleans.
Partecipano ai maggiori appuntamenti internazionali dedicati alla musica religiosa afroamericana e, nel 1991, al Black Heritage Festival si guadagnano il “Big Easy Music Award”.

Nel circuito gospel delle chiese Battiste Americane sono fra le realtà più amate ed apprezzate per l’energia profusa nel diffondere la musica della “buona novella”.
Ancora oggi il loro impegno è diviso fra le numerose attività a carattere sociale e religioso a favore della locale comunità parrocchiale (che trova il momento di massima espressione nella partecipazione del gruppo alla messa domenicale) ed un consolidato impegno professionale che li porta ad esibirsi frequentemente fuori città, ai più importanti eventi musicali.

Dividono il palco con artisti e gruppi gospel di fama internazionale fra i quali: The Blind Boys of Alabama, Mighty Clouds of Joy, Salem Travelers, William Brothers ed anche soul band come i Temptation, il Rev. Al Green e The Staple Singers per citarne alcuni.
Il notevole successo raggiunto negli States li ha spinti a cercare ulteriore successo e notorietà in Europa. In questo ambito vantano applauditi tour in Germania, Svizzera, Francia, Italia, Slovenia e Croazia dove hanno entusiasmato il pubblico con la carica ed il calore della loro musica, raccogliendo anche significativi consensi da parte della stampa.

Il loro spettacolo, di matrice profondamente gospel, incorpora anche venature soul, delineando così un sound elettrizzante che genera e sprigiona una fortissima carica emotiva che coinvolge e trascina anche gli spettatori meno abituati ad ascoltare questo genere musicale.

Ritornano in Italia con un nuovo progetto musicale, un gruppo da sei elementi che aggiunge alle straordinarie doti vocali una potente sezione ritmica (batteria, basso, chitarra ritmica e lead guitar).
Un concerto di grande classe ma anche di notevole intensità, dove si potrà ascoltare il gospel trazionale affiancato da brani soul & R&B e sfumature jazzy che riportano all’atmosfera di grandi classici di Louis Armstrong come “ What a Wonderful World” .