Benvenuti sull'Altopiano di Asiago 7 Comuni

8 Comuni tutti da scoprire

Asiago Conco Enego Foza
Gallio Lusiana Roana Rotzo

Se vi piace l'Altopiano di Asiago cliccate su

l'Altopiano di Asiago 7 Comuni

Altopiano di Asiago 7 Comuni

» Rotzo

Comune di Rotzo - Altopiano di Asiago 7 Comuni

ROTZO - Tranquillità a stretto contatto con la natura. Il piccolo comune dell'Altopiano di Asiago offre caratteristici prodotti tipici e tanti luoghi di interesse storico-culturale

Rotzo - Altopiano di AsiagoRotzo, in lingua cimbra Rotz, è un piccolo comune, sito a 939 metri s.l.m., che conserva intatto il fascino del paese di montagna. Si trova nella parte più occidentale dell'Altopiano di Asiago, di cui viene considerato il primo insediamento umano.

Il suo territorio, che si affaccia a sud sulla Val d’Assa ed a ovest sulla Val d’Astico ed è protetto a nord dalle Prealpi Venete, si estende fino a comprendere anche le due pittoresche frazioni di Castelletto e Albaredo.

Per le sue piccole dimensioni e la posizione invidiabile del suo territorio in buona parte pianeggiante, Rotzo è la meta ideale per chi ama la montagna e desidera goderne la pace a stretto contatto con la natura.

Rotzo, con il Centro Fondo Campolongo, offre nella stagione invernale ben 100 km di splendide piste per lo sci nordico, un vero paradiso per gli appassionati di questo sport.

D’estate poi non manca certo la possibilità di vivere la montagna, grazie ai numerosi itinerari, di tutte le difficoltà, da percorrere a piedi o in mountain-bike tra le bellezze naturalistiche e luoghi di interesse storico.
Ogni prima domenica di settembre in paese di svolge la Festa della Patata di Rotzo, una rinomata tipologia di patate di montagna caratteristica del territorio.

COSE DA VEDERE

CHIESETTA DI SANTA MARGHERITA

Questa piccola Chiesa, sita tra Rotzo e Castelletto, è considerata il più antico edificio di culto cristiano dell’Altopiano dei Sette Comuni. Si ritiene infatti sia stata edificata intorno all’anno Mille.

ARCHEOPERCORSO DEL BOSTEL

Sulla collina del Bostel, che si erge a sud di Castelletto, è possibile visitare l’Archeopercorso del Bostel, un villaggio preistorico risalente all’Età del Ferro, rinvenuto nel 1739 dai contadini del luogo e sottoposto ad opera di recupero e restauro a partire dagli anni ‘90. Al Bostel è possibile visitare gli scavi archeologici e l’interessante ricostruzione di una casetta primitiva.

ALTAR KNOTTO

A breve distanza da punta Altaburg (1301 m slm), dove gli abitanti del luogo hanno eretto una croce, si trova un grossissimo masso che si sporge a picco sul sottostante dirupo, nel quale sembra quasi essere sul punto di precipitare (1334 m slm). Quest’enorme pietra, per la sua particolarissima fisionomia, richiama alla mente la forma di un altare e per questo è stata denominata Altar knotto, che significa appunto “altare di pietra”. Da qui si gode un panorama mozzafiato su tutte le montagne circostanti.

ALTA KUGELA

Dall’Altar knotto, proseguendo sulla destra, si arriva all’Alta Kugela (1400 m s.l.m.), una particolarissima tettoia naturale nella roccia che ha dato riparo ai soldati nel corso della grande guerra.

CASCATE DEL PACH

Le piccole ma incantevoli Cascate del Pach, cui si giunge attraverso un sentiero non lungo ma piuttosto ripido immerso nel bosco, costituiscono una meta imperdibile per una gita a stretto contatto con la natura.

FORTE CAMPOLONGO

Finito di ristrutturare nel 2009, Forte Campolongo, si trova sulla vetta di Cima Campolongo. La fortezza, che faceva parte della linea dei forti italiani della Prima Guerra Mondiale, è un’imponente costruzione difensiva integrata nella montagna, a cui si accede attraverso una lunga galleria scavata nella roccia.