Benvenuti sull'Altopiano di Asiago 7 Comuni

8 Comuni tutti da scoprire

Asiago Conco Enego Foza
Gallio Lusiana Roana Rotzo

Se vi piace l'Altopiano di Asiago cliccate su

l'Altopiano di Asiago 7 Comuni
Rifugio Verenetta

Rifugio Verenetta

Il Rifugio Verenetta, situato nel cuore delle Prealpi vicentine, sull’Altopiano dei Sette Comuni più conosciuto come Altopiano di Asiago, sorge all’interno dell’area sciistica Verena 2000.

Il rifugio offre la possibilità di soggiornare ai piedi delle piste e a contatto diretto con la splendida natura del posto. Offre camere graziosamente arredate in stile alpino dotate di tutti i servizi compresi tv e wi-fi.

Cucina

Il Rifugio Verenetta dispone di 2 grandi sale con capienza di 240 posti, dove vengono servite specialità tipiche di montagna ma anche piatti particolari della nostra tradizione.

Molti degli ingredienti utilizzati sono a km 0, raccolti nei nostri prati e boschi. Potrete così assaggiare le nostre specialità fatte in casa come le torte, le marmellate, i primi piatti ecc.

Ski Area

Il Rifugio Verenetta si trova alla partenza delle comprensorio sciistico del Verena a pochi metri dalle seggiovie.

Con 12 piste da discesa, sempre battute, una zona riservata ai principianti, un noleggio sci e slittini e 6 impianti di risalita la ski area è facilmente raggiungibile grazie all’impegno dei gestori nel mantenere le strade sempre accessibili. Inoltre la seggiovia principale arrivando a quota 2020 mt., offre la possibilità di raggiungere la cima del Monte Verena.

L'estate e il forte

L’area del Monte Verena è una meta ideale anche nel periodo estivo, quando offre la possibilità di numerose passeggiate ed escursioni e un panorama dei 2020 metri con una stupenda veduta dell’Altopiano di Asiago e delle Alpi circostanti in mezzo alle stelle alpine.

Molto interessante anche dal punto di vista storico, sulla cima del monte troviamo il Forte Verena costruito tra il 1910 e il 1914 a difesa del confine italiano. Da questo forte, denominato il Dominatore, partì il primo colpo di cannone che diede inizio alla Grande Guerra del 15-18. Venne poi occupato dalle truppe austro-ungariche in mano alle quali rimase fino alla fine del conflitto.